Spese condominiali: come vanno divise tra proprietario e inquilino.

Nel caso di un appartamento in affitto, non sempre risulta chiaro in quale modo vadano ripartite le spese condominiali tra proprietario dell’immobile e inquilino. Vediamo cosa dice la normativa e quali sono le spese a carico del locatore e del locatario.

Cosa dice la normativa

In base all’articolo 1576 del Codice Civile, le spese legate all’amministrazione ordinaria sono a carico dell’affittuario; viceversa, le spese di straordinaria amministrazione devono essere sostenute dal proprietario. L’articolo infatti stabilisce che: “Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore. Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore“. Oltre a questa disciplina generale, si può fare riferimento anche alla legge 392 del 1978 in materia di locazioni di immobili urbani, la quale, negli 85 articoli dedicati alla materia, regolamenta in modo preciso gli oneri a carico di inquilini e proprietari e gli eventuali risarcimenti danni.

Spese condominiali a carico dell’inquilino

Nello specifico, sono a carico dell’inquilino tutte quelle spese legate all’ordinaria amministrazione, all’uso del bene e al suo naturale deterioramento, cioè:

  • utenze di acqua, luce, gas e consumi per aria condizionata e riscaldamento;
  • pulizia;
  • fornitura di servizi comuni del condominio;
  • manutenzione ordinaria dell’ascensore.

Spese condominiali a carico del proprietario di casa

Il proprietario, invece, è tenuto a sostenere le spese relative alla manutenzione straordinaria e a guasti fortuiti e occasionali, quali:

  • manutenzione straordinaria di facciate e impiantistica;
  • sistemazione o rifacimento del tetto dello stabile;
  • installazione o sostituzione di cancelli e portoni;
  • ristrutturazione o rifacimento di pavimenti, rivestimenti e intonaci;
  • riparazione di porte, finestre, telai, caldaia e rubinetti;
  • installazione dell’impianto tv.

Fonte | Immobiliare.it

Partecipa alla discussione

Compare listings

Confrontare
INFORMATIVA e consenso
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.

Candida il tuo immobile

In MC HOUSE GROUP vogliamo sempre portare a termine le nostre collaborazioni e per questo ci teniamo a valutare l’immobile sotto l’aspetto economico e temporale, in maniera da poterti dare un riscontro reale tra le tue esigenze ed i valori del mercato immobiliare attuale.